Il Vitigno Montepulciano

Si tratta di una delle uve più significative dell’Italia Centrale, la cui importanza è condivisa in pari misura con il Sangiovese a cui storicamente è infatti molto legata, e spesso confusa. L’origine del Montepulciano è probabilmente nella così detta “conca Peligna” in Abruzzo, da qui si espanse rapidamente e capillarmente in tutta la regione, ma solo con la legge del 1968 venne sancito che questa era la Sua culla d’origine. La confusione di questa uva con il Sangiovese ha origine nei primi scritti di ampelografia del ‘500 e successivamente con l’aumento della diffusione del vitigno Toscano, nelle regione, le cose peggiorarono fino a che tutto venne chiamato Montepulciano. Ci vollero studi approfonditi e innumerevoli scritti fino a che nei primi del ‘900 venne fatta chiarezza e riportata correttamente la descrizione del vitigno che prese il nome di Montepulciano Cordisco. In conclusione possiamo dire che oggi le due uve rappresentano al meglio l’Italia Centrale segno della loro origine territoriale. Non dobbiamo scordarci che il successo di questo vitigno è sicuramente legato anche al fatto che sopporta bene allevamenti intensivi, potature corte e impianti fitti, senza per questo perdere in qualità e alta produttività.

montepulciano-abruzzo

Il Vino Montepulciano

L’impegno dei migliori produttori contemporanei è stato quello di non tradire gli “accenti rustici” nell’ottica però di creare vini eccellenti, con capacità espressive date la potenza, la struttura, l’eleganza e le ampie sfumature olfattive. A colore rosso rubino intenso con sfumature violacee tendente all’aranciato se invecchiato, al naso intenso, tenue e gradevole, fruttato con sentori di ciliegia e amarena, al palato è asciutto, morbido, leggermente tannico, sapido.

I “BAG IN BOX” in cui il MONTEPULCIANO è presente in purezza, preponderante o in blend sul Nostro SHOP-ON LINE è:

Rosso IGT Marche 13% affinato in botte, Azienda Sant’ Isidoro, Marche